Ci chiediamo spesso: quanto i nostri prodotti sono o meno "resistenti all'acqua"?

Nel mondo degli adesivi è ampiamente creduto che anche se i sistemi adesivi che usano dispersione a base acqua possono essere meno dannosi per l'ambiente, sono anche meno "resistenti all'acqua".

Non puoi essere d'accordo con questo seriamente, a meno che tu non definisci prima cosa significa "resitente all'acqua". Infatti, ci sono due facce del problema. Ciascuna relativa a uno specifico aspetto, ma entrambe sono determinanti per la performance finale del prodotto.

Primo, c'è il problema dello "sbiancamento", che è causato quando le molecole d'acqua sono depositate sotto la pellicola autoadesiva. Questo fenomeno rappresenta un problema visivo. Di conseguenza, è particolarmente importante nelle applicazioni che richiedono una visione uniforme come il "no-label look" o i film laminati che proteggono le stampe grafiche.

Secondo, la resistenza all'acqua è anche rilevante in termini di forza di legame di un adesivo, l'umidità può in qualche forma penentrare tra il film autoadesivo ed il substrato. Infatti, per molte applicazioni la decolorazione è fortemente rilevante. Il forte legame è il fattore critico. Quindi diamo un occhio a questo problema più nel dettaglio.


Effetto sbiancamento

Sin dall'inizio chiariamo dicendo che la natura del substrato a cui il film autoadesivo è applicato gioca un ruolo decisivo. Le proprietà fisiche del substrato, la sua ruvidità, porosità o polarità sono fattori significanti che influiscono sul forte legame. Quando viene immerso nell'acqua è possibile per un film polimero assorbire fino al 30% del suo peso in acqua. Per esempio, un trattamento applicato a un film per renderlo ricettivo alla stampa inkjet assorbe subito l'umidità e l'acqua può facilmente penetrare lo strato limite tra il film autoadesivo e il substrato. Ciononostante, la sfida della "resistenza all'acqua" relativa alla forza di legame dell'adesivo è essenzialmente la stessa, sia che il sistema adesivo sia a base acqua o a base solvente.

Negli anni, lavorando in cooperazione con le proprie materie prime, ATP ha avuto successo nello sviluppare sistemi adesivi sensibili alla pressione, che, anche se essi possono mostrare lo sbiancamento quando esposti all'umidità, dimostrano una non perdita del substrato.

Tuttavia, tornando al problema dello sbiancamento, è importante prima di tutto capire la differenza tra un sistema adesivo a base acqua e uno a base solvente. In entrambi i casi l'adesivo consiste in polimero acrilato o co-polimero acrilato prodotto coi monomeri normalmente usati negli adesivi sensibili alla pressione, ad es. butilacrilato o 2-ethyl hexyl acrilato. Di conseguenza, i due tipi di sistemi adesivi non sono diversi sotto questo aspetto. È discusso, perciò, che la differenza giace negli additivi o, più precisamente, negli emulsionanti che sono essenziali per la produzione delle dispersioni a base acqua. Questi emulsionanti sono sostanze ausiliari che aiutano a mischiare e stabilizzare due componenti come acqua e olio che non sono miscelabili. Tuttavia, avendo investigato sul problema negli ultimi due anni, abbiamo concluso che la qualità del film e il processo di rivestimento hanno una influenza molto maggiore sul comportamento dello "sbiancamento" di un film sensibile alla pressione rispetto a quello che fanno gli emulsionanti. Quindi alla ATP abbiamo usato a nostro vantaggio questa conoscenza e abbiamo lavorato coi nostri fornitori di materie prime per sviluppare film sensibili alla pressione che possono abbinare la performance dei sistemi adesivi a base solvente in termini di sbiancamento dell'acqua.

Infatti questo sviluppo di un'ampia forza di legame di sistemi adesivi a base acqua con comportamenti eccellenti di sbiancamento continua rapidamente. Noi abbiamo ora sistemi adesivi a base acqua, che anche dopo essere immersi in acqua per molti giorni non mostrano problemi visivi o perdita di forza adesiva. Questi sistemi sono stati applicati a prodotti per l'industria grafica come laminazioni che richiedono la resistenza all'acqua, soprattutto quando utilizzate per applicazione esterne.